top of page

Autismo ad alto funzionamento, Schizotipia e Schizofrenia

Child schizotypal features vs. high-functioning autism spectrum disorder: developmental overlaps and phenomenological differences


Caratteristiche della schizotipia nel bambino versus disordini dello spettro autistico ad alto funzionamento: sovrapposizioni nello sviluppo e differenze fenomenologiche


Michele Poletti, Andrea Raballo. Schiz. Res., 2020


Prima della Schizofrenia


Michele Poletti, Giovanni Fioriti, 2022


Sebbene i disturbi dello spettro autistico e la schizofrenia abbiano periodi di esordio notevolmente diversi (primi anni di vita versus adolescenza/prima maturità) c’è tuttavia una zona grigia diagnostica lungo lo sviluppo, dove si sovrappongono caratteristiche cliniche del disturbo sociale e della stranezza che possono impattare nella diagnosi differenziale fra schizotipia del bambino e disturbi dello spettro autistico ad alto funzionamento. La prospettiva fenomenologica potrebbe essere utile per la diagnosi differenziale tempestiva negli anni dello sviluppo.


Considerazioni personali: la prima è la profondità e l’interesse teorico di questi begli studi, che attingono all’immensa cultura psicopatologica continentale. La seconda è invece molto più pratica: a che scopo? Non è infatti chiaro se questi lodevoli sforzi poi servano a qualcosa. Forse a prevenire la schizofrenia evidente (diciamo quella apofanica)? Oppure a trattare meglio i numerosi individui con autismo ad alto livello (ex sindrome di Asperger)? Oppure a trattare meglio gli adolescenti con schizotipia, anche indipendentemente dall’eventuale esordio psicotico? Non c’è nulla di scontato e dimostrato. C’è anche una terza considerazione. Questa di cui trattiamo è la “vera” cultura psichiatrica (e non le litanie sui presunti recettori), che è del tutto estranea a quella, pur storicamente fondata, dei neurologi. Questo sempre più appare anacronistico, dato che, molto probabilmente, sia l’autismo infantile, che la schizofrenia, come il disturbo bipolare, la malattia di Parkinson o la malattia di Alzheimer sono tutti molto più simili che diversi, a parte le differenti età in cui si dispiegano.



49 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page