top of page

La soddisfazione per la terapia cognitivo comportamentale nelle psicosi: associazione con gli esiti

Service user satisfaction with cognitive behavioural therapy for psychosis: Association with therapy outcomes and perceptions of the terapist


Caroline Lawlor. Bina Sharma et al.


British Journal of Clinical Psichology, 2016


Estratto


Obiettivi: pochi studi hanno investigato la soddisfazione degli utenti con la terapia cognitivo comportamentale nelle psicosi (CBTs). Questo studio esplora l’associazione con la presentazione clinica e gli esiti, le aspettative dei progressi retrospettivamente, le percezioni del terapista e le variabili demografiche.


Metodi: centosessantacinque utenti dei servizi hanno completato i questionari autosomministrati prima e dopo la CBTs in relazione al costrutto dei loro interessi. L’analisi di regressione ha esplorato le associazioni con 1) la soddisfazione nella terapia e 2) i progressi percepiti, le abilità e la conoscenza acquisita.

Risultati: il novantasei per cento degli utenti dei servizi hanno riportato di essere soddisfatti della terapia. I livelli più elevati di soddisfazione globale della terapia, e di benefici percepiti, erano associati con aspettative positive e al positivo punteggio delle qualità personali del terapista, della sua competenza e affidabilità, dell’ assenza di depressione prima della terapia, e dei miglioramenti della qualità della vita. I miglioramenti dei sintomi non erano relati alla soddisfazione globale della terapia, comunque, con l’eccezione delle “voci”, i migliori esiti erano associati con punteggi soggettivi nell’aver fatto più progressi ed aver acquisito abilità e conoscenza della CBT. Le variabili demografiche non erano associate con la soddisfazione o i progressi percepiti. Con la analisi della regressione multipla, l’aspettativa dei progressi mostrava la massima associazione sia con la soddisfazione che con i benefici percepiti. Altre significative associazioni consistono nella percezione del terapista riguardo alla soddisfazione, sia per il livello della depressione che i cambiamenti durante (la terapia). Il feedback qualitativo enfatizzava l’importanza della relazione terapeutica e dello sviluppo di nuove strategie di coping.


Conclusioni: i risultati evidenziano che alti livelli di soddisfazione della terapia non sono dovuti al buon esito ed invece sono associati con aspettative positive e alle percezioni del terapista.


Punti per il professionista


- Le aspettative sulla terapia rappresentano un’area negletta della ricerca e potrebbero avere implicazioni per i livelli di soddisfazione per la terapia e del beneficio percepito.

- I risultati rinforzano l’importanza del terapista nella CBTs dimostrando che essi sono supportivi, competenti e affidabili.

- I risultati suggeriscono che positive esperienze della terapia no i fattori n richiedono cambiamenti nei sintomi della psicosi e invece sono relati a cambiamenti nella qualità della vita.

- I sintomi depressivi all’inizio della terapia possono influenzare negativamente l’efficacia delle abilità CBT e la conoscenza che si sono ottenuti ed i livelli dei progressi percepiti al termine della terapia.

- Il campione in oggetto era limitato agli utenti dei servizi che completavano la terapia.

- I livelli di soddisfazione erano alti. Ulteriori ricerche sono necessarie per esplorare i fattori associati con l’insoddisfazione della terapia.










62 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page